Associazione Malati di Alzheimer onlus- via Tana, 5 - 10023 Chieri (To) - direttivo@amalzheimer.it
       
 
    
Archivio attività ...(quasi) tutto ciò che abbiamo fatto
I diritti del malato /1

Cosa affermano le leggi sui diritti dei malati cronici non autosufficienti

Il diritto dei malati cronici non autosufficienti (anziani e non) alle cure sanitarie, comprese quelle ospedaliere, è stabilito dalle seguenti esposizioni: * L’assistenza sanitaria deve essere fornita, indipendentemente dalla sua durata, alle persone colpite da malattie specifiche della vecchiaia (legge 4 agosto 1995 n. 692); * L’assistenza ospedaliera deve essere assicurata a tutti gli anziani ”quando gli accertamenti diagnostici, le cure mediche o chirurgiche non siano normalmente praticabili a domicilio “ (decreto del Ministro del lavoro del 21 dicembre 1956); * Le regioni devono programmare i posti letto degli ospedali tenendo conto delle esigenze dei malati “acuti, cronici, convalescenti e lungodegenti” (art. 29 legge 12 febbraio 1968 n. 132); * Le Asl devono assicurare a tutti i cittadini, qualsiasi sia la loro età, le necessarie prestazioni dirette alla prevenzione, cura e riabilitazione delle malattie mentali (legge 13 maggio 1978 n. 180); * Le Asl sono obbligate a provvedere alla “tutela della salute degli anziani, anche al fine di prevenire e di rimuovere le condizioni che possono concorrere alla loro emarginazione”: Le prestazioni devono essere fornite agli anziani, come a tutti gli altri cittadini, qualunque siano “le cause, la fenomenologia e la durata” delle malattie mentali (legge 23 dicembre 1978 n. 833); * Le cure sanitarie sono dovute indistintamente ai malati acuti e cronici senza limiti di durata, e il “decreto Craxi” (Dpcm 8/8/1985) sull’integrazione socio-sanitaria essendo un atto amministrativo, ha nessun valore normativo (sentenza n. 10150 del 1996 della Suprema Corte di Cassazione); * La Finanziaria 2003 all’art. 54 ha confermato i Livelli essenziali di assistenza indicati dal Dpcm 29/11/2001, rilevando al comma 2 che “le prestazioni riconducibili ai suddetti livelli di assistenza e garantite dal Servizio sanitario nazionale sono quelle individuate all’allegato 1 (…..)”; ovvero anche gli interventi di riabilitazione e lungodegenza, nonché quelli relativi alle attività sanitarie e socio-sanitarie rivolte alle persone anziane non autosufficienti.



Apri il
calendario 2018 degli incontri all'AMA Café


Attenzione alle truffe!
L'AMA non svolge attività di raccolta fondi porta a porta e non ha incaricato nessuno di svolgere tale attività.