Associazione Malati di Alzheimer onlus- via Tana, 5 - 10023 Chieri (To) - direttivo@amalzheimer.it
       
 
    
Archivio attività ...(quasi) tutto ciò che abbiamo fatto
I diritti del malato /2

Cosa bisogna sapere prima di accettare le dimissioni dall'ospedale

Prima di accettare le dimissioni dall’ospedale o da altra struttura sanitaria, valutare attentamente bene la situazione. Infatti se si accettano le dimissioni quando permane ancora lo stato di malattia e di non autosufficienza , e non è garantita la continuità delle cure sanitarie con un’informativa scritta e concordata con il paziente o con i suoi familiari, si va incontro a dei rischi. * Chi ha accettato le dimissioni incorrerà in una di queste situazioni: Farsi carico in proprio degli oneri di cura e di assistenza del congiunto malato e non autosufficiente presso la propria abitazione . In questo caso è sempre possibile chiedere l’attivazione delle cure domiciliari tramite il proprio medico. Non sempre però l’Asl è in grado di dare una risposta positiva in tempi soddisfacenti. * Entrare in una lista d’ attesa che può protrarsi anche per più di un anno, per un posto in una struttura residenziale Rsa o Raf. Per accedere alla lista di attesa è indispensabile richiedere la certificazione della non autosufficienza all’Uvg (Unità valutativa geriatria ) dell’Asl di residenza del malato; * In attesa di un posto in struttura pubblica o convenzionata, o se non si ha la possibilità di assistere a casa la persona malata, provvedere al pagamento di 2500-3000 euro mensili per un posto letto privato in Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) o Raf (Residenza assistenziale flessibile).



Apri il
calendario 2018 degli incontri all'AMA Café


Attenzione alle truffe!
L'AMA non svolge attività di raccolta fondi porta a porta e non ha incaricato nessuno di svolgere tale attività.