Associazione Malati di Alzheimer onlus- via Tana, 5 - 10023 Chieri (To) - direttivo@amalzheimer.it
       
 
    
Archivio attività ...(quasi) tutto ciò che abbiamo fatto
II Convegno "La malattia di Alzheimer" a Riva presso Chieri


Si è tenuto martedì 23 aprile 2013, alle 20,30, a Riva presso Chieri, nel Salone delle Feste di Palazzo Grosso, il convegno “La malattia di Alzheimer: informare i cittadini sulla malattia e sulle strutture di sostegno al paziente ed ai familiari del nostro territorio”.

Il convegno è nato dal comune interesse dei Comuni di Riva presso Chieri, Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti, in collaborazione con A.M.A – Onlus – Associazione Malati di Alzheimer e con il patrocinio del Comune di Chieri.

All’incontro i relatori hanno trattato con semplicità e chiarezza un tema complesso e rilevante ed il pubblico ha partecipato numeroso (ca. 120 persone, molto più delle aspettative) ed attivamente, mostrando sensibilità ed interesse.

Il dr. G. Barberis (direttore della struttura complessa di geriatria dell’AslTo5) ha spiegato nel dettaglio caratteristiche, sintomi e manifestazioni della malattia, avvalendosi anche del supporto di video altamente esplicativi e di grande impatto emotivo sui presenti.

Successivamente, su specifiche domande dei moderatori, il dr. G. Giustetto (v.Presidente OPMCeO) e l’ing. G. Pavich (V.Presidente A.M.A.), i Relatori intervenuti al convegno hanno contribuito al dibattito, fornendo esaurienti risposte su percorsi utili ai familiari per esercitare i diritti offerti dalle istituzioni, chiarendo molti punti, non noti ai più.

La Dr.ssa Raffaella Guercini, Direttore Consorzio dei Servizi Socio Assistenziali del Chierese (C.S.S.A.C) ha chiarito il ruolo del CSSAC sul territorio, volto ad agevolare i cittadini nella gestione pratica a valenza socio sanitaria e ad orientarli nella rete dei servizi.

La Dott.ssa Raffaella Romin, Medico Responsabile Nucleo Alzheimer Temporaneo (N.A.T.) - Residenza Il Giglio di Albugnano ha evidenziato le finalita’ di un ricovero presso un Centro NAT, che mira, ad esempio, alla riduzione ed al controllo dei disturbi comportamentali oltre che all’attivazione e alla riabilitazione di abilità cognitive, comportamentali e funzionali.

Infine il sig. Guido Mantovani, Presidente dell’ A.M.A., ha fornito gli approfondimenti necessari sull’attività dell’ Associazione, impegnata ad agire sul quotidiano per assicurare ai malati ed ai loro familiari una qualità di vita più accettabile ed ha sollecitato l’offerta generosa di azioni di volontariato. Ha infine presentato il ‘vademecum’: SOS Alzheimer, voluto da AMA e dall’Ordine dei Medici di Torino, per proporre semplici risposte a problematiche cliniche, sociali, istituzionali nonché esplicitare i diritti dei malati e familiari.

E’ seguito il confronto con il pubblico, molto preparato, che ha apprezzato il contenuto della serata, ha proposto approfondimenti ulteriori ed ha segnalato deficienze reali di ASL, del Centro UVA, della Regione per carenze economiche o di organico.

Il Dr. Barberis ha assicurato percorsi veloci, se vi sarà pari collaborazione da parte dei medici di base (tramite prescrizioni di visita specialistica UVA ‘urgente’, in presenza di evidenti disagi comportamentali), in modo da ridurre i tempi di attesa da Supercup.

Il Sindaco L. Gillio ha concluso la serata evidenziando il notevole successo della manifestazione, ringraziando tutti i relatori per la profondità degli argomenti espressi e la popolazione del territorio allargato per la ampia partecipazione e la puntuale attenzione.

Scarica il documento allegato



Apri il
calendario 2018 degli incontri all'AMA Café


Attenzione alle truffe!
L'AMA non svolge attività di raccolta fondi porta a porta e non ha incaricato nessuno di svolgere tale attività.