Associazione Malati di Alzheimer onlus- via Tana, 5 - 10023 Chieri (To) - direttivo@amalzheimer.it
       
 
    
Archivio attività ...(quasi) tutto ciò che abbiamo fatto
Essere informati /3

Cosa comprende la retta del ricovero

La retta di ricovero è composta da una quota sanitaria, a carico del Servizio sanitario ragionale e da una tariffa alberghiera, a carico dell’utente/comune. Le prestazioni a carico dell’Asl (quota sanitaria) sono le seguenti: * tutti i costi per la medicina generale. Detti oneri non concorrono alla determinazione della retta residenziale; * tutte le prestazioni di assistenza medica, garantite dai medici di medicina generale. Al riguardo si segnala che deve essere stabilito e opportunamente pubblicizzato l’orario settimanale di effettiva presenza medica all’interno della struttura; * le attività di assistenza infermieristica e tutelare alla persona garantite attraverso i tempi medi indicati in delibera, a seconda della fascia di intensità del bisogno sanitario e assistenziale, nonché gli eventuali interventi riabilitativi; * l’assistenza specialistica, farmaceutica e protesica nonché ogni altra prestazione diagnostica; * le prestazioni relative ai trasferimenti in ambulanza per l’effettuazione di prestazioni diagnostiche e specialistiche qualora non erogabili direttamente nell’ambito della struttura residenziale; * la fornitura di farmaci, sulla base di quanto previsto nel rispettivo Prontuario terapeutico aziendale. L’erogazione di farmaci ad personam e di fascia C agli ospiti della struttura socio-sanitaria è valutata dalla commissione terapeutica aziendale, sentito il parere dell’Uvg. Le prestazioni alberghiere a carico dell’utente/Comune Le attività alberghiere incluse nella tariffa residenziale comprendono: il vitto, la pulizia dei locali, la lavanderia (biancheria e servizio guardaroba), il parrucchiere (attività connesse con l’igiene della persona quali lavaggio, asciugatura, taglio). Merita rilevare che la tariffa alberghiera include l’assistenza al pasto. Nel capitolo "Tipologia e qualità del servizio ristorazione" (Dgr 17 del 30 marzo 2005) si precisa, tra l’altro, che occorre dedicare particolare impegno e le necessarie risorse affinché il servizio mensa risponda ai seguenti requisiti: * ambiente gradevole, confortevole e caratterizzato da uno scrupoloso rispetto delle condizioni igieniche delle strutture; * assistenza al pasto connotata da pazienza, gentilezza, disponibilità e comprensione nei confronti delle esigenze degli assistiti, con particolare riguardo alle condizioni di non autosufficienza: in particolare, deve essere garantito l’imboccamento alle persone che non sono in grado di provvedere autonomamente; * rispetto dei tempi stabiliti per i pasti. Le prestazioni alberghiere e/o di servizio alla persona non incluse nella tariffa residenziale. Le attività erogabili dalle strutture socio-sanitarie non incluse nella tariffa residenziale e pertanto a totale carico dell’utente sono le seguenti: * parrucchiere: include tutte le attività ulteriori rispetto a quelle di cui al punto precedente; * lavanderia: include la gestione dell’abbigliamento personale, eccedente il valore indicato al punto precedente; * cure estetiche, eluse quelle prescritte nel progetto individuale e nel Progetto assistenziale individuale, nonché quelle prescritte dal medico per esigenze sanitarie (es. pedicure); * trasporti e servizi di accompagnamento per esigenze personale, diverse da quelle di ordine sanitario o socio-assistenziale; * supplementi per camera singola o per camere con accessori ulteriori rispetto a quelli previsti dalla normativa regionale per le strutture socio-sanitarie per anziani.



Apri il
calendario 2018 degli incontri all'AMA Café


Attenzione alle truffe!
L'AMA non svolge attività di raccolta fondi porta a porta e non ha incaricato nessuno di svolgere tale attività.