Chi Siamo

Non posso promettere
di risolvere tutti i tuoi problemi,
ma posso promettere
che sarò lì ad affrontarli con te….

 

AMA Associazione Malati di Alzheimer è un’ Associazione di volontariato, apartitica e senza fini di lucro,  ha una struttura democratica e si rivolge a tutti i familiari dei malati di Alzheimer, agli operatori ed a quanti vogliono parteciparvi, nel rispetto dello Statuto.

E’ stata fondata a Chieri il 17 maggio 2004 da un gruppo di familiari di malati che frequentavano il Centro Diurno integrato presso la Casa di Riposo “Orfanelle” e proprio presso il Centro Diurno, a Chieri in Via Tana 5, è stata eletta la sede legale.

Iscritta al registro Regionale del Volontariato con provvedimento del 20/10/2004 n. 268-295836/2004.
ONLUS ai sensi art. 10 D.L. 460/97; iscritta all’Anagrafe delle ONLUS il 8/06/2004.

Si governa per Statuto.

Ha un Consiglio Direttivo composto esclusivamente da volontari che ricoprono la carica a titolo gratuito.
Si regge su un sistema democratico di partecipazione attiva e l’Assemblea dei Soci ne è l’organo principale. 

Il Consiglio Direttivo, in carica un anno, è eletto dall’Assemblea dei Soci ed è così composto: 

Presidente Guido Mantovani
Vice Presidente Giuseppina Di Domenico
Segretaria/Consigliera Giuseppina Malerba
Consiglieri Letizia Martinelli
  Giorgio Borletto
  Sergio Sattolo
  Carmelo Nigro

Il simbolo della nostra associazione, rappresentato da due mani aperte all’interno di un cuore, vuole ricondurre e sottolineare la richiesta di aiuto di chi non ha più voce.

Scarica l’atto costitutivo dell’A.M.A.

Scarica lo Statuto dell’A.M.A.

Scarica il Bilancio 2018 dell’A.M.A.

Il nostro volontariato è un atto di responsabilità, di testimonianza e di solidarietà con le persone che hanno bisogno: dal 2004 è la scelta quotidiana ed il compito che ci siamo dati attraverso il nostro lavoro, un lavoro di squadra ma anche di incontri fra tante persone, con diverse professionalità, diversi bisogni e differenti aspettative, che condividono, ogni giorno, un piccolo pezzo di strada. Persone che, per scelta o per bisogno, per professione e per passione, danno forma alla nostra Associazione e contribuiscono a modificarla, a farla crescere, a renderla unica.

> RICONOSCIMENTI

Paul Harris Fellow
Il 16 giugno 2016 la nostra associazione è stata insignita della massima onoreficenza rotariana (la Paul Harris Fellow) nella persona del suo Presidente Guido Mantovani.

 

> DOVE SIAMO

Sede Legale
Via Tana 5 – 10023 CHIERI (To)
Cell: 338 2401658 – 3316339064

Sedi Operative
LocalMente – Via Roma 17 10046 Poirino – Cell. 331 6339064
Punto Alzheimer – Via Don Pipino (c/o I.CON.A’) 10022 Carmagnola – Cell. 392 2914471

 
Il COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI ALZHEIMER PIEMONTESI è stato siglato in data 25 agosto 2014 tra le Associazioni Alzheimer di Chieri, Alessandria, Asti, Rivoli, Cuneo, Torino, Borgomanero, Vercelli, Biella, Novara, VCO con lo scopo di farsi parte attiva e propositiva per adeguare uniformi modalità di intervento per la cura e l’assistenza delle persone malate di demenza. A tale scopo aveva presentato nel 2015 all’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte una propria proposta di Diagnosi e Cura che prevedeva: la riqualificazione delle UVA, una particolare attenzione alle diagnosi precoci, equipes multidisciplinari operanti in modo coordinato, alleanza terapeutica e presa in carico, lungo tutto il corso della malattia di malati e familiari, interazione e collaborazione continua con i Medici di base, collegamento con le Associazioni Alzheimer del territorio. A giugno 2016 sono iniziati gli incontri in Regione con i rappresentanti del CAAP (AMA Chieri – AIMA Biella – Alzheimer Piemonte Torino – AIMA Vercelli), il dott. De Micheli, la Dott.ssa Lovaldi e l’Assessore alle Politiche Sociali per il recepimento del Piano Nazionale Demenze che ha portato alla stesura definitiva della DGR 37-4207 del 14/11/2016. 

La suddetta DGR, all’allegato B “Linee di Indirizzo Regionali per le Demenze”, delinea gli strumenti di cui intende dotarsi per consentire un migliore governo dell’offerta dei servizi per le persone affette da demenza. Il percorso di adeguamento dei servizi dovrà svilupparsi nell’arco di un triennio attraverso macro obiettivi tra cui, al punto e): • “Individuazione di momenti di partecipazione, con il coinvolgimento delle Associazioni dei familiari delle persone affette da demenza, sia a livello regionale che di singola ASL. Le Direzioni Regionali competenti individueranno momenti di confronto con i rappresentanti del Coordinamento Associazioni Alzheimer del Piemonte (CAAP)”. E’ un risultato importante che gratifica l’impegno costante delle Associazioni a tutela delle persone malate di demenza e dei loro familiari e porterà ad una uniformità di interventi in tutto il territorio regionale per la cura e l’assistenza nelle demenze.

Previous
Next